Post del 11-12-2019

STUDIAMO UN PO' DI STORIA ECCO COME È NATA LA CASA DEL NUOTO La prima piscina di cui si hanno notizie e resti risale III millennio A.C. ed è localizzata nell'odierno Pakistan, precisamente a Mohenjo-daro; ha preso il nome di “grande bagno” per le sue considerevoli dimensioni (12 metri per 7). Per avere una larga diffusione delle piscine bisogna aspettare l’epoca Greco - Romana, durante la quale il miglior stile di vita portò la diffusione delle stesse come luogo dove nuotare, socializzare, riposarsi, allenarsi e simulare battaglie navali (si pensi al Colosseo). Il filosofo Platone sosteneva che il nuoto fosse parte dell'educazione: ogni bambino, pertanto, doveva imparare a nuotare. In epoca moderna bisogna aspettare l’800 per rivedere le piscine pubbliche, in Italia la prima piscina venne costruita nel 1842, erano i Bagni di Diana, situati a Milano nei pressi di Porta Venezia. Realizzati dall'architetto Andrea Pizzala, nel 1908 vennero abbattuti per dare spazio all'omonimo Hotel. Di fatto, bisognerà aspettare la fine della prima guerra mondiale per assistere a una vera e propria diffusione delle piscine pubbliche e private.


Contatti